Crea sito

Anello da Treppio lungo la valle del Limentrella

Un trekking in pieno inverno lungo la valle del torrente Limentrella in una giornata di sole quando  la natura è ancora addormentata.Si sono attraversati numerosi borghi e case isolate ancora abitate e non sono mancati anche qui testimonianze di antiche viabilità delle quali sono rimasti tratti limitati da muretti a secco o fondi acciotolati. Il percorso non offre difficoltà se non quelle di dover superare ogni tanto alberi lungo il sentiero e fare attenzione alla segnaletica non sempre evidente.

Unico inconveniente è stato dover attraversare un tratto di un centinaio di metri di sentiero CAI 11 nei pressi di Prataccio nel punto in cui si lascia la strada forestale che porta a Ca di Torri: qui stavano lavorando con cingolati per il recupero di tronchi e il terreno si era trasformato in fanghiglia nella quale ci s affondava il piede oltre la caviglia. Del resto il percorso è stato piacevole e non privo di qualche sfuggevole avvistamento di cervi e rapaci.

Il Percorso

Treppio, Docciola, Ca' di Poledri, Ca' Nova, Ca' Giomi, Campaldaio, La Casina, Poggiolino, Castiglioni, CAI 9, Il Piano, CAI 11, Poggio del Felicione, Mte Femmina, Prataccio, Mte Calvario, CI 11A, Ca' di Torri, Torri, CAI 21, Treppio

Dati tecnici

Data Percorso: 21 gennaio 2108

non disponibili

Descrizione del Percorso

Si lascia la macchina a Treppio, nel parcheggio a sinistra dopo la chiesa e si ripercorre a ritroso la strada asfaltata fino ad incontrare, sulla destra la deviazione per Torri. Forse l'ideale sarebbe stato percorrere il percorso in modo contrario a quello effettuato per lasciare il lungo tratto di asfalto in falsopiano al termine del trekking quando si è più stanchi e affrontare subito la salita non sempre ben segnata con energie e spinta di inizio giornata.

Comunque sia, dopo aver imboccato la stradina secondaria  e superato l'indicazione a sinistra per CAI 21 verso Torri , ho seguito la valle del Limentrella in direzione SUD attraversando i numerosi borghi e case isolate che tutt'ora sembrano essere abitate. La stradina asfaltata scende da Treppio in discesa fino a raggiungere Docciola da dove poi prosegue in falsopiano a fianco della riva sinistra del torrente fino a Borgo di Castiglioni.

Qui si passa sull'altra riva dove si segue il sentiero CAI 9 in salita in direzione Il Piano  e per un lungo tratto ci accompagnerà il fragore del torrente fino a perdersi completamente. Arrivati a Il Piano incontriamo una casa completamente isolata e tuttavia abitata con un grande cavallo dentro la stalla. Qui si prosegue e si incontra un tratto di sentiero delimitato da muretti a secco, testimonianza di antica viabilità. Occorre fare attenzione ai segnali CAI che facilmente si perdono. Si giunge, dopo una costante salita nei pressi del Poggio il Felicione dove il CAI 9 si immette sul CAI 11. Qui inveriamo il senso di marcia e prendiamo il CAI 11 in direzione NORD iniziando la chiusura dell'anello. Ci aspetta ora un lungo tratto in falsopiano o saliscendi con pendi lievi. Unico punto di attenzione è un tratto di sentiero che diventa una larga sterrata che si inoltra nell'abetaia e prosegue in salita dopo una curva. Verrebbe naturale seguirla, mentre alla curva dobbiamo lasciarla e proseguire diritto sul CAI 11meno evidente.

Il Prataccio: Indicatori di punti di interesse

Il CAI 11 si immette ora in una larga strada sterrata che ci porta al Prataccio dove dovrasta la vegetazione verso EST e qui abbiamo un buon punto panoramico. Assicurati ad un palo troviamo una ingegnosa e semplice maniera di indicare i punti di interesse che il panorama ci offre: una serie di tubicini puntano verso la località indicata sul loro fianco. Come piccoli cannocchiali ci indicano il punto di interesse.

Si segue ancora un pò la strada e si prende poi a sinistra il CAI 11 che purtroppo si è trasformato per un lungo tratto in un canale melmoso dove ci si affonda fino alla caviglia. E' consigliabile salire fuori sentiero e tra sterpaglie superare questo tratto.

Più avanti dal CAI 11 si stacca in discesa in una abetaia il sentiero CAI 11A che noi prendiamo. In questo tratto, il sottobosco è coperto da rami di abeti come un fitto tappeto che rende difficoltosa l'individuazione del sentiero. Dopo una ripida discesa si incrocia una strada in località Ca' di Torri. Alla prima casa sulla destra si lascia l'asfaltata per continuare su CAI 11A. Attenzione perchè la segnaletica non è evidente. Si giunge a Torri dopo qualche peripezia causa alberi su sentiero. Si attraversa Torri dove si deve seguire il CAI 21 che per un tratto coincide con l'asfalta in discesa, facendo attenzione a sinistra per individuare il sentiero che ci condurrà a Treppio.

L'indicazione è ben segnata, prendiamo il CAI 21 su largo sentiero in piano e dopo qualche centinaio di metri a sinistra segue il CAI 21 su piccolo sentiero in discesa che ci porterà ad attraversare il torrente su di un largo ponte riportandoci cosi a Treppio