Crea sito

Per chi non ha mai fatto il cammino

Fonte: da un post di Franco Putrino

I Cammini che portano a Santiago sono molti, hanno origini antiche, sono i cammini più brevi usati nell’antichità, quando l’unico mezzo erano i piedi o al massimo il cavallo, per arrivare alla tomba di San Giacomo. Il cammino Francese, lungo quasi 800 chilometri, chiamato così perché parte dalla Francia nel paesino di Saint Jean Pied de Port, passando per Pamplona, Logroño, Burgos, Leon, è il cammino più famoso e frequentato, più usato anche nei tempi antichi per il transito di pellegrini francesi, germanici, italiani, scandinavi e dall’est Europa. Il cammino Portoghese che parte da Lisbona e passa per la vecchia capitale portoghese Coimbra, poi Porto e arriva direttamente a Santiago come il cammino Inglese che in origine partiva da A Coruña dove arrivavano le navi dalle isole britanniche, poi spostata la partenza a Ferrol per far fare ai pellegrini almeno 100 chilometri minimi per avere la Compostela, da un paio di anni ricevibile anche con partenza da A Coruña. Il cammino Primitivo parte da Oviedo e dopo circa 250 chilometri si congiunge con il francese a Melide, chiamato primitivo perché da Oviedo partì primo pellegrino, Alfonso II detto il Casto, Re delle Asturie, che sentito del ritrovamento della tomba di San Giacomo, partì in pellegrinaggio e li dove ora c’è la Cattedrale di Santiago, fece costruire la prima chiesa dedicata al Santo. Il cammino della Plata, il più lungo cammino spagnolo, parte da Siviglia e si congiunge al francese ad Astorga oppure per Sanabria con diverse varianti arriva direttamente a Santiago. Infine il cammino del Nord, parte da Irun, nella Spagna Basca a pochi chilometri da San Sebastian, parallelamente al francese ma su un percorso più impervio e panoramico con viste meravigliose sul mare del Golfo di Biscaglia si congiunge al francese ad Arzua a meno di 40 chilometri da Santiago. Questi sono i cammini principali, che possono essere percorsi per intero o se lunghi in più fasi, se per esempio non ho il tempo di farmi tutto il francese lo posso iniziare a Saint Jean in Francia, interromperlo a Burgos dopo un paio di settimane e l’anno successivo riprenderlo da dove si è interrotto e proseguire per un altro tratto, l’ultima fase se si è interessati alla Compostela, pergamena che certifica l’avvenuto cammino, deve essere di almeno 100 chilometri. Questo gruppo è principalmente dedicato al cammino francese, anche se non è assolutamente proibito di parlare di qualsiasi cammino ma abbiamo dei sottogruppi dedicati ai cammini principali;
Cammino Portoghese® seguito da Manuele DalcestiMarco Calbi e Daniela Mirabile
Cammino Inglese®, seguito da Manuele Dalcesti e Roberto Bessi
Santiago Cammino del Nord® seguito da Manuele Dalcesti e Mikaela Carota
Santiago – Cammino Primitivo® seguito da Manuele DalcestiAlan Knut HansenMarco CalbiMarica FerrariAlessandra Castano.
Santiago in Famiglia, seguito da Manuele Dalcesti e Francesco Barducci
Cammino Di Santiago col Cane®, seguito da Manuele Dalcesti e Giuseppe Li Bergoli.
Santiago in Bici® seguito da Manuele Dalcesti
Tutti questi responsabili, l’amministratore Manuele Dalcesti, e tutti i moderatori, lavorano per passione, perchè innamorati del cammino ed il nostro primo pensiero è aiutare ed informare chi ha la nostra stessa passione, il numero dei nostri iscritti dimostra la bontà dei nostri intenti e ci ripaga del tempo che dedichiamo al gruppo. Moltissimi nel tempo sono stati espulsi, non per cattiveria. non per antipatia ma solo per la tranquillità della maggioranza che rispetta educatamente le poche regole che servono a tenere un gruppo coeso e partecipe. Noi siamo qui per aiutarvi, il cammino lo scegliete voi, poi chiedete come arrivare a… cosa devo portare… quanto spendo al giorno… tutte le domande sul cammino sono lecite, anche quelle ripetute migliaia di volte, chi si avvicina e si iscrive al gruppo con il desiderio di sapere tutto sul cammino non ha visto i vecchi post e non tutti sono così pratici da conoscere il metodo di risalire ad essi.
Le uniche informazioni che non siamo in grado di dare è quando si potrà circolare liberamente, quando lo sapremo noi, probabilmente lo saprete anche voi. Atteniamoci per ora alle disposizioni. Io spero di partire per settembre, probabilmente la settimana prossima prenderò il volo poi se non potrò, pazienza.
Buon Cammino a tutti.