Crea sito

Dal Passo della futa al Passeggere

Partendo dal Passo della Futa, ho percorso un anello spingendomi prima a nord fino al Passeggere per poi ritornare percorrendo un tratto della Via degli Dei che al Passo dell Futa ha una canonica tappa.

Cimitero di Guerra tedesco al Passo della Futa

Ieri era una bella giornata di sole anche se, arrivato alla Futa, ho iniziato a camminare tra i lembi di nuvole basse che poi durante la giornata si sono dissolte.

Fino al Passeggere i sentieri non sono segnati anche se per la maggior parte sono ben visibili. Occorre fare attenzione alle deviazioni avvalendosi o del gps o di una carta aggiornata.

Fango sul sentiero
Descrizione del percorso

Percorso: Passo della Futa, SR 65 della Futa,Cave di Sasso di Castro, Fontana dell’amore, Crocevia per Poggio Savena, pendici di Monte Rosso, Colle di Covigliaio, pendici Monte Freddi, Passeggere, CAI 19 da qui tratto della Via degli Dei, Le Banditacce, Poggiaccio, Poggio Castelluccio, Passo della Futa.

Cave lungo il percorso

Lasciata la macchina al parcheggio del Cimitero di Guerra tedesco, si attraversa la strada e per un sentierino ci si porta sulla SR 65 della Futa e la percorriamo in direzione Nord. La lasciamo poco dopo per prendere sulla sinistra una strada che, dopo un centinaio di metri, vediamo chiusa da una sbarra. Questa è la strada che porta alle cave di Sasso di Castro.

La strada, priva di traffico, si snoda con lievi saliscendi verso la base del monte dove è presente la cava nella quale l’acceso è vietato. Noi prendiamo a sinistra il sentiero che in lieve pendenza sale a fianco della cava per poi allontanarsi definitivamente.

Fontana dell’amore

Si cammina in una bella faggeta arrivando ad la Fontana dell’amore con vicino un’area picnic. Si continua per sentiero fino ad un crocevia dove a sinistra si raggiunge Poggio Savena, mentre noi procediamo a destra per larga carrareccia.

Si procede senza prendere deviazioni superando il sentiero con indicazione la cima di Monte Rosso.

Deviazione a sinistra per Monte Freddi

Abbandoniamo la carrareccia per prendere a sinistra in salita la deviazione per Covigliano e Monte Freddi. Attenzione ad un paio di bivi che si incontrano e al sentiero che per un tratto diventa una lieve pista in un prato. Poi si lascia il sentiero che prosegue in falsopiano per prendere a destra una deviazione in forte pendenza.

Guado di un torrente

Si guada più volte il torrente Savena e alcuni suoi affluenti, e su uno di questi si percorre anche un tratto di raccordo tra i sentieri

che dopo circa 2 km si congiunge con la Ippovia Pegaso seguendo la quale ci ritroveremo al Passeggere percorrendo anche un tratto dell’Alta via dei Parchi aiutati dai segnali CAI che ora cominciano a confortarci lungo il cammino.

Arrivati al Passeggere, proseguiamo a sinistra per Le Banditacce ricominciando a salire ma ora non c’è più pericolo di sbagliare strada.

Più avanti incontriamo tratti della antica Via Flaminia militare che sono una peculiarità della Via degli Dei, ma che stanno lentamente cedendo sotto la spinta di smottamenti.

Dati Tecnici

Data Escursione: 02 maggio 2019

Tempo: 06:30 compreso di soste

Percorso ad Anello: Si

Distanza percorsa: 17,60 km

Altitudine min. 877 mt

Altitudine. max 1207 mt

Dislivello in salita: 856 mt

Dislivello in discesa :860 mt

Il Tracciato